Please follow, like and share us:

La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno

russamento-osas

La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno è una condizione molto frequente nella popolazione e spesso non viene riconosciuta; è caratterizzata da episodi di ostruzione parziale o completa delle vie aeree superiori durante la notte  con conseguente desaturazione di ossigeno.

Le apnee notturne si verificano anche nei bambini e, anche in questo caso, le conseguenze possono essere molto gravi.

Come faccio a capire se ho le apnee notturne?

Il russamento rappresenta il primo campanello d’allarme anche se non è sempre associato a apnee notturne, a volte è solo la fastidiosa conseguenza della vibrazione del palato e dei tessuti molli. 

I sintomi più importanti sono la stanchezza durante il giorno con eccessiva sonnolenza e difficoltà a concentrarsi, oltre che frequenti  risvegli notturni con palpitazioni.

Quale è la causa?

La causa è la lassità dei tessuti molli faringei che durante il sonno collassano fino a causare un’ostruzione delle vie aeree. La conseguenza principale è la riduzione della saturazione di ossigeno nel sangue.

La riduzione dell’ossigenazione del sangue e dei tessuti ha conseguenze sull’apparato cardiovascolare e neurologico e sullo stato di salute generale, infatti spesso concomitano tachicardia e ipertensione che non si controlla con la terapia medica.

Come scoprire se ho le apnee notturne?

La POLISONNOGRAFIA è l’esame che permette di fare una corretta diagnosi  di apnee notturne e deve essere sempre effettuata nei casi in cui, dopo una visita OTORINOLARINGOIATRICA completa con valutazione endoscopica del setto nasale e del faringe, ci sia il dubbio di Apnee del Sonno. 

Durante la prima visita si sottopone al paziente anche un questionario (Epworth Sleepness Scale, ESS) per valutare il grado di sonnolenza diurna.

  • Fai subito il test di Epworth e scopri se hai soffri di Apnee notturne (clicca qui)

La polisonnografia è un esame non invasivo effettuabile comodamente a domicilio. Consiste nell’applicare uno strumento, simile ad un Holter cardiaco, con due fasce posizionate attorno al torace e all’addome e un piccolo orologio al polso. Lo strumento effettua una registrazione delle caretteristiche del sonno durante la notte e al mattino può essere facilmente rimosso.

polisonnografia-osas

Prenota un esame Polisonnografico

L’esame polisonnografico permette di valutare molti parametri tra i quali il flusso respiratorio, la saturazione di ossigeno, la frequenza cardiaca, la saturazione di ossigeno, i movimenti del corpo, e permette di fare diagnosi di:

  • lieve
  • moderato 
  • grave

Quale è la terapia delle OSAS?

La terapia varia in base al grado di severità delle apnee notturne.

La ventilazione a pressione positiva (CPAP) è la terapia più efficace anche se spesso non ben tollerata.

L’intervento chirurgico è mirato al sito di collasso e deve essere personalizzato in base alle caratteristiche del paziente.

 I trattamenti più efficaci  includono la chirurgia del naso (setto nasale e turbinati), del faringe (ugola, velo del palato e faringe) e della laringe.

Apnee notturne e patente

Anche se ancora non ben regolamentato, il rilascio e il rinnovo della patente automobilistica tiene conto della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno. 

La sonnolenza diurna è responsabile infatti del 21,9% degli incidenti autostradali in Italia.

Nei soggetti in cui si evidenzia un rischio di apnee notturne deve essere effettuata una valutazione della sonnolenza diurna e un esame polisonnografico. 

 

Homepage

Please follow, like and share us:

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *